PROGRAMMA

festa di radio onda d'urto 2018 brescia

 

La XXVII Festa di Radio Onda d’Urto si terrà da mercoledì 8 a sabato 25 agosto 2018, come sempre nell’area feste di via Serenissima a Brescia!

Ecco i primi nomi di artiste e artisti che si esibiranno sul palco principale, un mix di generi diversi, dal reggae al rock, dal metal al punk, con nomi di punta della scena internazionale e non:

  • mercoledì 8 agosto – Ernia + Claver Gold (hip-hop, rap) Erre + Resho + Astio
  • giovedì 9 agosto – Julian Marley & The Uprising Band (reggae, roots, Inghilterra-Giamaica)  + Foreign Dubbers
  • venerdì 10 agosto – Ascanio Celestini in “Ballata dei senza tetto” (teatro)
  • sabato 11 agosto – I Ministri (rock…e non solo) + Giorgieness
  • domenica 12 agosto – Ricky Gianco + Gianfranco Manfredi (canzoni d’autore, di lotta e di…rock’n’roll)
  • lunedì 13 agosto – Yawning Man (desert rock, psichedelia, Usa) + Ananda Mida + Mad Penguins
  • martedì 14 agosto – Municipal Waste (metal, Usa) + Insanity Alert (Austria)
  • mercoledì 15 agosto – Agnostic Front (hardcore, punk, il tour per i 35 anni di carriera della band Usa) + Slander + Gospel of Wolves
  • giovedì 16 agosto – Ghemon & Le Forze Del Bene (hip-hop, rap) + Lemandorle
  • venerdì 17 agosto – Pinguini Tattici Nucleari (rock e non solo) + Jesse the Faccio
  • sabato 18 agosto – Ky-Mani Marley (reggae, dancehall, Giamaica) + Jakala
  • domenica 19 agosto – Caparezza … un nome, una garanzia. Impossibile da etichettare!!!
  • lunedì 20 agosto – Popa Chubby Band (vulcanico bluesman dagli Usa) + SuperDownHome
  • martedì 21 agosto – Goran Bregovic & The Wedding and Funeral Band (balkan, Sarajevo) + Lennon Kelly
  • mercoledì 22 agosto – Nitro + Lazza + Dani Faiv (hip-hop, rap)
  • giovedì 23 agosto – Punkreas (punk, ska, rock) + Gli Inutili
  • venerdì 24 agosto – The Zen Circus (rock…e non solo) + Paletti
  • sabato 25 agosto – MezzoSangue (hip-hop, rap) + E Green + Shiva

 

Gli altri palchi e le altre iniziative a #festaradio 2018:

DIBATTITI – A breve il programma dei dibattiti politico – sociali alla XXVI Festa di Radio Onda d’Urto.

TENDA BLU – Scopri il programma dei concerti 2018 alla Tenda Blu

FIASKA&CHIRINGUITO – Scopri cliccando qui il programma 2018 di Fiaska&Chiringuito, tra folk e reggae, patchanka e hip hop, tra live e djset

PATCHANKA – Scopri cliccando qui il programma 2018 del Patchanka, “il” dance floor della Festa di Radio Onda d’Urto.

LIBRERIA DEL GATTO NERO – Scopri cliccando qui il programma delle presentazioni di libri, fumetti e altro ancora alla Libreria del Gatto Nero

BAMBINE&BAMBINI – Scopri cliccando qui il programma di iniziative per bambine e bambini con la trasmissione “Siamo Gatti”

Per restare aggiornati:

festaradio.org

Facebook

Twitter

Instagram

#‎festaradio‬ ‪#‎brescia‬

Telefono: 03045670

Indirizzo redazione: via Alessandro Luzzago, 2/b Brescia.

Infoline durante le serate della Festa: 3351220759.

CHI SIAMO 

“Nel 1985 cominciavano, in una cantina di Vicolo delle Sguizzette, a Brescia, le trasmissioni di Radio Onda d’Urto. Accompagnando i fermenti sociali, giovanili e studenteschi, che in quel lontano 1985 anche nella nostra città riaffioravano oltre la cappa repressiva dei primi anni Ottanta, prendeva così corpo quel progetto di comunicazione antagonista agito soprattutto da giovani compagni e compagne universitari e studenti medi. In uno dei volantini che pubblicizzavano il nostro primo palinsesto scrivevamo: “L’informazione è merce e nello stesso tempo strumento di comando e controllo sociale. Radio onda d’urto, emittente comunista di Brescia, vuole essere il granello di sabbia nel mostruoso ingranaggio della disinformazione del sistema della costruzione del consenso, vuole essere la voce di tutte quelle realtà (di lotta, sociali, politiche, culturali) che il sistema vorrebbe costrette al silenzio; è l’unica emittente di Brescia non commerciale, autogestita e finanziata dai suoi ascoltatori e ascoltatrici. Radio onda d’urto è ripristino dell’informazione negata dal capitale e dai media, è comunicazione altra, antagonista.”

In questi lunghi anni siamo usciti dalle cantine, abbiamo trovato casa, ci siamo rafforzati, siamo cresciuti e cambiati ma senza recidere le nostre radici e senza perdere quell’aspirazione originaria a voler non solo comprendere il mondo, ma trasformarlo. Abbiamo affrontato il terreno, per noi anche di lotta, della comunicazione attrezzandoci perchè la radio diventasse uno strumento di analisi critica adeguato e all’altezza delle sfide che il nuovo millennio ci poneva…”